Il meglio della settimana

Buongiorno ragazzi! Spero che abbiate studiato durante il weekend perché oggi.. interroghiamo! Facciamo prima un breve ripasso per i più distratti, ripercorrendo ciò che abbiamo imparato la scorsa settimana.

Abbiamo imparato che i menhir non sono sempre opera dell’uomo, anzi a volte sono fenomeni naturali che durano nel tempo come l’Obelisco di roccia in Grecia che ci ha mostrato Barbara Oggero.

Abbiamo imparato che al mondo esistono musei di vario genere, da quelli dedicati alla storia recente come il Memoriale della Seconda Guerra Mondiale di Washington, espostoci da Simonaf78, all’affascinante Museo della Carta di Amalfi, la più antica cartiera d’Europa, come ben ci ha ricordato Alessandra Ciuciu.

Abbiamo imparato che l’Italia è ricca di borghi e di paesini tutti da scoprire! Per esempio Pietro Artale ci ha descritto Alcamo, ma non da meno è stato Stefano Nardi con la sua bella foto di Palestrina.

Abbiamo imparato che ci sono terre lontane come il Burkina Faso in cui, come ben ha evidenziato Sara Iori, “il cambiamento culturale e religioso ha preso il sopravvento”. La capitale Ouagadougou è un luogo dove “l’accoglienza umana è straordinaria e vi rimarrà nel cuore per sempre” e dove tutto diventa un’esperienza non solo di viaggio ma di vita.

 Abbiamo imparato che ogni luogo nel mondo ha le sue tipicità culinarie che lo rendono unico e affascinante! Pensiamo allo spritz veneziano che ha provato Girandoliere presso l’Osteria Ai Do Draghi, la polenta e il baccalà alla vicentina che ha gustato Chiara Signorini presso l’Osteria del Cursore, o il cibo friulano di Giovanna Segalla nell’Osteria Pieri Mortadele. Oppure prendiamo pure casi internazionali come il Flanagan’s Restaurant di Walter Giacomi (ottima carne irlandese!) o infine il buonissimo thali del Ristorante Sri Sangameshwara che Due A Giro hanno avuto la fortuna di assaggiare!

Bene, quindi procediamo con l’interrog… Accidenti! L’ora è passata volando!! Però per la prossima settimana non ci sono scuse, va bene??

Tags:

Ancora senza commenti.

Lascia un commento