Osservatorio su Viaggi e Internet – parte 7

Una volta analizzato cosa succede dopo il viaggio, il nostro Osservatorio su Viaggi e Internet si conclude con un’ultima parte dedicata ai profili dei viaggiatori. In funzione dei parametri studiati, infatti, si sono identificati tre tipi di viaggiatori. Per realizzare questa segmentazione è stata impiegata la tecnica di analisi cluster (K-means). Questa tecnica permette di creare gruppi di intervistati molto omogenei internamente ma eterogenei fra loro.

peso_gruppi

Il pianificatore / informato. Si associa a coppie con figli. Cerca di negoziare un viaggio nella forma più chiusa possibile (senza per questo dover deciderlo a priori). Preferisce luoghi vicini al luogo di origine sia per costumi che per gastronomia. Viaggia con tutta l’informazione necessaria, evitando gli imprevisti.

Il sociale / sperimentale. Hanno maggior peso relativo le coppie senza figli. Maggior presenza rispetto ad altri gruppi in reti sociali, blog e microblog. Accetta i suggerimenti di altri viaggiatori. Vive il viaggio come esperienza in movimento, non ama i pacchetti vacanza. Preferisce visitare luoghi diverso a quello d’origine. È aperto a nuove visite o attività nate durante il viaggio.

Il viaggiatore autonomo. Sono soprattutto persone che vivono sole. Mostrano scarsa fiducia per le informazioni di altri viaggiatori e preferiscono fonti di informazione formali. Sono meno predisposti ad attività non previste. Hanno un obiettivo chiaro e predefinito, da raggiungere senza l’aiuto esterno.

Selezione della destinazione

selezione_destinazione

Pianificatore. Ha una maggior tendenza a prendere in esame diverse destinazioni quando organizza un viaggio. Ricorre a vari tipi di fonti: sociali, ufficiali/professionali, commerciali e pubblicitarie. Risalta il ruolo delle agenzie di viaggio: il 43% dei pianificatori ricorre ad esse, contro il 23 degli individualisti e il 18 dei sociali.

Sociale. È aperto al cambiamento quando viaggia. Cerca informazioni soprattutto nelle reti sociali, tra cui amici e conoscenti (83%), raccomandazioni di viaggiatori online (54%) e amici di reti sociali (34%).

Autonomo. Sa con precisione dove vuole viaggiare. Quando lo fa non è incline a seguire gli aiuti di altri viaggiatori (solo 2 su 10 lo fanno), mentre preferisce raccomandazioni personali offline o siti ufficiali.

Scelta delle fonti

selezione_destinazione2

Autonomo. Il sito ufficiale della destinazione è la fonte principale (64%), sia come informazione pratica che esperienziale.

Pianificatore. Mescola informazioni ufficiali e sociali: la pagina ufficiale della destinazione (64%), il consiglio personale (62%), mappe (53%) e raccomandazioni di viaggiatori (49%).

Sociale. Fa ricorso soprattutto ad amici e conoscenti (73%), ma anche al sito ufficiale (64%) o mappe e stradari (62%); seguono consigli dei viaggiatori (50%) e amici di reti sociali (31%).

Durante il viaggio

info_viaggio

Sociale. Consulta più informazioni degli altri, soprattutto su trasporti (73%), posti dove mangiare (64%) e da vedere (64%). Condivide più foto e video degli altri (4 su 10 frequentemente). Utilizza costantemente i social network.

Pianificatore. Essendosi informati sulle questioni operative prima del viaggio, durante lo stesso cerca informazioni soprattutto esperienziali: dove mangiare (63%), cosa vedere (59%) e acquisti di biglietti (50%).

Autonomo. È individualista anche durante il viaggio, quindi condivide e consulta meno rispetto agli altri.

Dopo il viaggio

Tutti mostrano una certa predisposizione a parlare dei propri viaggi ma in modo diverso. Il sociale mostra contenuti propri; il pianificatore intreccia esposizione e raccomandazione di contenuti; l’autonomo condivide meno degli altri anche dopo il termine del viaggio.

Con questa parte abbiamo concluso la rassegna del primo Osservatorio su Viaggi e Internet di minube. La panoramica che abbiamo illustrato serve a testimoniare l’importanza di questo studio, che verrà realizzato due volte l’anno per registrare i trend del settore.

Se desideri puoi consultare direttamente la relazione dell’Osservatorio, ma tieni presente che il testo è in spagnolo.

Tags: , , , ,

Ancora senza commenti.

Lascia un commento